Saltar al contenido

Svalbard Global Seed Vault, la sostenibilità del nostro pianeta

Svalbard Global Seed Vault, la sostenibilità del nostro pianeta

Mentre molte aziende sono impegnate a riempire le loro casseforti con guadagni finanziari, la Norvegia ha avuto un’idea diversa. Beh, il paese ha pensato di preservare il nostro pianeta per le prossime generazioni, se nell’improbabile scenario di essere spazzati via dalla faccia della terra.

Quindi cos’è la Svalbard Global Seed Vault e perché dovrebbe importarci?

Iniziativa per la conservazione della Svalbard Global Seed Vault
Isola di Spitsbergen dell’arcipelago delle Svalbard, Norvegia settentrionale
Isola di Spitsbergen dell’arcipelago delle Svalbard, Norvegia settentrionale
La volta si trova sulla lontana isola di Spitsbergen, nell’arcipelago norvegese. Quest’isola era molto importante per la caccia alle balene durante il XVIII secolo. Tuttavia, nel XIX secolo, la rivoluzione industriale ha cambiato il volto della regione. L’estrazione del carbone cominciò ad emergere come una fonte di energia inevitabile. Di conseguenza, diverse famiglie vi si trasferirono.

Oggi, le Svalbard sono una zona economica libera demilitarizzata, che serve come terra fertile per il progetto dei semi. Si tratta di un’iniziativa del governo norvegese che ha aperto il caveau nel febbraio 2008. Il costo del progetto è di circa 9 milioni di dollari.

Il caveau funge da banca dei geni per ospitare i semi delle varietà di piante. Oggi ospita la più grande collezione al mondo di varietà vegetali.

Cosa rende la volta dei semi delle Svalbard diversa dalle altre banche di geni
L’idea di una banca dei geni non è straniera. Molte banche dei geni conservano i semi delle piante in quella che diventa una “banca dei semi”. Tuttavia, per gli animali e gli esseri umani, il processo è un po’ più complicato ma non impossibile. Hollywood può aver fantasticato sull’idea di congelare gli esseri umani per poi risvegliarli in futuro, ma in realtà non siamo molto lontani.

Per le Svalbard, attualmente si concentra sulla conservazione dei semi delle colture con Cary Fowler, un ambientalista americano, in prima linea per l’accettazione di nuovi semi di piante. Pertanto, i semi provengono da tutto il mondo.

Meccanismo del Vault globale dei semi delle Svalbard
I contributi di paesi europei come l’Irlanda, la Svizzera e i Paesi Bassi sono tra i pionieri. Inoltre, il Canada e gli Stati Uniti contribuiscono fortemente al progetto. Più recentemente anche Paesi come Colombia, Messico, Siria e Libano hanno inviato i loro campioni. Tuttavia, nel settembre 2015, si è affermato che la guerra civile siriana ha provocato il primo ritiro di semi dalla camera blindata.

Questo dimostra la portata dei progetti che si estendono su 100 Paesi in contributi. Tuttavia, i depositanti conservano i diritti di proprietà sulle sementi inviate alla struttura. Inoltre, possono permettere ad altri di prenderli in prestito.

Il caveau conserva i semi in un ambiente controllato e ha la possibilità di ospitare circa 4,5 milioni e mezzo di campioni di semi. Ogni varietà conterrà in media 500 semi in un foglio a tre strati, poi contenuti in scatole protettive. Di conseguenza, possono essere conservati al massimo 2,5 miliardi di semi. Di conseguenza, il caveau contiene attualmente un terzo delle colture fondamentali in tutto il mondo.

Inoltre, il posto del caveau è molto sicuro vicino ai 130 metri sul livello del mare. Speciali competenze ingegneristiche l’hanno costruita per resistere a terremoti fino a una magnitudo di 10 sulla scala Richter.

A partire da marzo 2018, il governo norvegese ha pianificato ulteriori miglioramenti della Svalbard Global Seed Vault per un valore di oltre 13 milioni di dollari. Ciò include un nuovo tunnel in cemento armato e unità elettriche per raffreddare e riscaldare le sezioni dell’impianto quando necessario. Infine, ma non meno importante, un nuovo edificio di servizio per l’alimentazione di emergenza è una componente vitale del progetto.

Con tutto questo in mente, diventa molto chiaro il motivo per cui tale caveau è essenziale per il nostro pianeta. Assicura la sostenibilità delle specie vegetali che potrebbero estinguersi. Pertanto, il mondo sta diventando ogni giorno migliore e stiamo imparando l’importanza di sostenere la vita e di valorizzarne tutti gli aspetti.